Casa nuova: il colpo di fulmine esiste, ma non è quello che pensi

Ti racconto una storia che ho sentito questo mercoledì, ma avrei potuto sentirla anche un anno fa o dieci anni fa perché certe cose non cambiano mai. Ho sentito quasi per caso questa storia, quindi chi la raccontava non aveva filtri nel parlare del settore immobiliare e non aveva alcun legame con me

Fatto sta che l’ho sentita e così come è arrivata alle mie orecchie te la racconto…

Una giovane coppia alla fine del 2016 decide di comprare casa qui a Parma. Iniziano a guardarsi attorno con passaparola, portali e agenzie e dopo averne viste un po’ – alcune molto diverse tra loro – a Febbraio ne visitano una che li fa innamorare a prima vista.

Come avviene con le persone, anche delle case ci si innamora a prima vista, ma proprio come accade con le persone, a volte si sbaglia.

La loro scelta però non era irrazionale perché per come la descrivevano quella casa aveva buona parte delle caratteristiche che stavano cercando.

C’erano però alcune considerazioni da fare (o almeno io le ho fatte ascoltando la storia):

  • Trovata per caso
  • Scelta di impulso
  • Valutata in poco tempo
  • Analizzata con i pochi parametri che una persona comune ha a disposizione quando si tratta di valutare l’acquisto di una casa

Lo so cosa pensi “conosco persone che hanno comprato casa in questo modo e sono felici ancora oggi della loro scelta”. E io ti dico che conosci persone che sono state fortunate perché in una valutazione di questo genere basarsi su impulso, sensazioni del momento e intuito, porta alla soluzione desiderata solo se ti fai aiutare dalla fortuna.

Purtroppo per loro è mancata la fortuna, per questo a Novembre stavano cercando di vendere una casa acquistata a Febbraio. Nulla di irrimediabile, ma se la scelta iniziale fosse stata fatta seguendo criteri precisi, quella coppia avrebbe dedicato Novembre ai preparativi di Natale e non alla ricerca di una nuova casa e di un acquirente per quella appena acquistata. Non so come la vedi tu, ma io dico che c’è una bella differenza.

L’ho vista molte volte questa situazione e in parte la comprendo, l’idea di una nuova casa ci spinge su binari che escono dal razionale perché come immaginiamo la nostra vita e come la vorremmo non sono riflessioni che riusciamo a fare sempre in modo lucido.

Qualcuno cade negli stessi errori di valutazioni acquistando un vestito o un’automobile, ma la casa è una faccenda un po’ più complicata. Potremmo dire che con la casa non si scherza.

Se ci ripenso oggi – dopo aver sentito la storia della giovane coppia di mercoledì – capisco che tutto il lavoro di Grandi Agenzie ha una finalità che potrebbe essere descritta anche in chiave poetica: lavoriamo per generare un “colpo di fulmine” capace di durare nel tempo.

Infatti il Sistema TiCercoCasa lavora proprio per ricercare sul territorio la casa che vuoi sulla base di informazioni precise. In pratica, prima raccogliamo da te tutte le informazioni per capire cosa cerchi e perché, poi ci attiviamo per ricercare soluzioni compatibili e solo dopo un’attenta verifica ti mostriamo gli immobili compatibili.

È così che evitiamo colpi di fulmine che si spengono in pochi mesi, ma soprattutto a te evitiamo stress e perdite di tempo inutili. Aspetti che fanno parte delle classiche ricerche immobiliari che non partono dalle tue esigenze, ma da quello che è presente nel portfolio dell’agenzia e che deve essere venduto a tutti i costi. 

Capisci la differenza?

Lo so che certe parole sembrano di circostanza e questo perché “le tue esigenze” e “un’attenta verifica” come tante altre belle cose vengono sbandierate sempre più spesso a sproposito. Io la soluzione ce l’avrei ed è anche molto concreta: ci chiami e fissiamo un appuntamento così ti mostriamo nel dettaglio come lavoriamo e che risultati abbiamo ottenuto per i nostri clienti.

Da parte tua non c’è nessun impegno, ma il mio impegno è una garanzia: uscirai da quella chiacchierata con le idee più chiare sull’acquisto della tua nuova casa. Contattaci oggi stesso.

Ciao Stefano,

 

 

 

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *