Casa nuova: per capirlo dobbiamo scottarci

Ci caschiamo tutti.

Anche nell’età adulta, quando pensiamo di essere in grado di prendere ogni scelta in maniera lucida e analitica, esistono situazioni in cui ci caschiamo come bambini (a me succede spesso). Accade ogni volta che non possiamo basarci sull’esperienza diretta e ogni volta che mancano quei parametri di valutazione con cui abbiamo davvero confidenza.

Con il mio lavoro, ho visto che alle persone capita con l’acquisto della casa.

In particolare con l’acquisto della prima casa.

Chiedilo a chi ha comprato casa

Sull’argomento è facile ottenere un lungo elenco di conferme interpellando parenti e amici e facendoci dire da loro quello che avrebbero dovuto fare o non fare quando hanno acquistato casa. Sono cose che riusciranno a dirvi solo dopo aver comprato casa, perché lo hanno capito a loro spese quando era troppo tardi.

Così, non è difficile sentire frasi come:

  • Avremmo dovuto scegliere il mutuo X anziché…
  • Se avessimo aspettato a firmare…
  • Quando ce l’hanno fatta vedere non avevamo capito che…
  •  Ci era piaciuta perché… ma poi abbiamo capito che…

Insomma, una serie di ripensamenti che per forza di cose si risolvono tutti con spirito di rassegnazione “ormai è andata così, cosa vuoi farci”.

La tua nuova casa deve essere speciale

Io invece vorrei farci qualcosa, vorrei rendere speciale e senza delusioni l’acquisto della prima casa, altrimenti il mio lavoro di Agente Immobiliare sarebbe limitato a presentare una serie di immobili fermi in portfolio nella speranza che qualcosa coincida con i loro gusti. Non è così e da tempo.

In Grandi Agenzie abbiamo pensato a TiCercoCasa, un sistema di lavoro che evita le delusioni elencate sopra partendo da una prospettiva completamente diversa.

Negli anni il sistema è stato perfezionato e migliorato, ma la filosofia è rimasta la medesima: sul mercato esiste la casa che stai cercando e che ti farà sentire pienamente soddisfatto del tuo acquisto, il nostro compito è quello di trovarla.

Se ci pensi è una cosa abbastanza logica: perché mai per la decisione più importante della vita si dovrebbe limitare la propria scelta a quelle poche alternative presenti nel portfolio di un’Agenzia Immobiliare?

Eppure, la forza dell’abitudine è dura a morire, non a caso il cambiamento è quella cosa che nella vita spaventa ognuno di noi. E così le vecchie abitudini rassicurano e valutare le offerte presenti in vetrina e in portfolio ci sembra naturale.

Cosa potremmo fare insieme

Ora in sintesi vorrei dirti cosa è naturale per noi e cosa potremmo fare assieme per trovare la casa che stai cercando.

  1. Intervista iniziale

Se c’è una parte cruciale è quella in cui si raccolgono tutte le informazioni utili sulla casa che stai cercando. Negli anni il nostro modello di intervista è stato rivisto e perfezionato più volte perché ci siamo accorti che porre domande precise seguendo uno schema scientifico era la soluzione per mettere a fuoco le necessità del cliente. Per riuscirci abbiamo costruito un sistema di lavoro perché intuito ed esperienza non sono sufficienti quando si vuole garantire un risultato al cliente.

  1. Identikit delle tue esigenze

Con le informazioni raccolte creiamo un vero e proprio identikit di quello che cerchi. È su quello che lavoreremo ed è su quello che ci confronteremo.

  1. Ricerca sul territorio

Qui è dove ci muoviamo attivamente sfruttando la forza di Grandi Agenzie sul territorio, la nostra rete di agenti e le relazioni costruite negli anni. Lo facciamo seguendo un sistema preciso per ridurre le tempistiche ed evitare tutte quelle situazioni prive di requisiti.

  1. Resoconto periodico

Non ti presentiamo decine di proposte, ma solo quelle che coincidono con ciò che cerchi.              Lo facciamo periodicamente e ogni volta sfruttiamo il tuo riscontro per migliorare ulteriormente i parametri di ricerca.

In questo modo capirai che i tempi si riducono (nessuno perde tempo) e che si eliminano all’origine le condizioni per avvicinarsi a un immobile che non abbia i requisiti. Quando si ragiona sulle esigenze seguendo un metodo non ci si ritrova a valutare immobili problematici e non si corre il rischio di fare una scelta d’impulso “Se avessimo aspettato a firmare…”. Insomma, il sistema di lavoro vince sulla nostra componente irrazionale.

Ecco perché con TiCercoCasa non devi “scottarti” per acquistare la casa che stavi cercando.

Intervista iniziale, identikit delle esigenze, ricerca sul territorio… sembrano cose complicate finché non si conoscono da vicino.

Prendi un appuntamento e saremo felici di spiegarti come funziona il sistema TiCercoCasa. Basteranno 10 minuti di chiacchierata con un nostro agente per capire nei dettagli come funziona e permetterti di fare la tua valutazione. Ora ti chiedo, alla vecchia rischiando di scottarti o con noi verso un risultato garantito?

Compila il form o chiamaci al Numero Verde 800.173.039

Ciao Stefano

 

 

 

 

 

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Chi cerca trova: funziona anche se cerchi casa

Quante volte ospite a casa di amici o conoscenti hai pensato “questa casa sarebbe perfetta se fosse nella mia zona…”.

Ci ho preso?

È facile perché è una riflessione abbastanza comune, come è comune arrendersi all’idea che trovare una casa proprio come la vuoi non sia possibile.

Se dovessi riassumere in una fotografia la storia di chi si pente di aver acquistato casa, direi che questa sarebbe perfetta.

In pratica, si parte con l’idea di trovare la casa dei nostri sogni, ci si scontra con la realtà – fatta di agenzie che non sembrano comprendere quello che cerchiamo, ma sembrano avere molto chiaro l’obiettivo di vendere qualcosa dal loro portfolio – e infine ci si convince che ottenere quello che avevamo in mente non sia possibile. Ecco come si arriva a pensare che tutto sommato “non è così male l’ultima casa che abbiamo visitato”.

Da lì al rogito il passo è breve e poi il finale è abbastanza scontato: passato l’entusiasmo dei primi mesi, tutti i nodi vengono al pettine e resta l’insoddisfazione.

D’altronde, la casa non è un libro che chiudi quando ti stufi di leggere o un abito che lasci nell’armadio. In casa ci vivi e se qualcosa non ti soddisfa ci dovrai convivere ogni giorno della tua vita.

La differenza tra comprare casa e comprare la casa che vuoi

Trovare quello che vuoi si può. Si può perché una ricerca mirata produce questi risultati (e te ne parlo tra poco), ma si può anche perché in questo momento l’offerta supera la domanda e le case in vendita non mancano di certo.

“Sarebbe perfetta se fosse nella mia zona” non è l’approccio giusto, prova con “È perfetta e la troverò anche nella mia zona” perché è questo che ogni acquirente dovrebbe pensare.

Insomma, su una cosa così importante non possiamo accontentarci.

TiCercoCasa funziona davvero (e ti spiego perché)

Una delle cose più difficili da spiegare del sistema TiCercoCasa non ha a che fare con gli aspetti tecnici, con le procedure o le tempistiche, ha a che fare con il concetto che esista un sistema in grado di trovare sul mercato la casa che vuoi.

Compreso che si tratta di un sistema che produce con regolarità questo risultato – sono ormai centinaia i clienti che hanno acquistato casa con TiCercoCasa – diventa più semplice per l’acquirente proseguire.

E se non la trovate?

Lo so che arriva questa domanda e di solito me la fanno accompagnata da casistiche estreme per vedere dove si nasconde il trucco.

Come fate con…

  • chi ha un budget inferiore a quello richiesto dal mercato
  • chi cerca un immobile con caratteristiche non presenti in quella zona
  • chi ha scambiato l’agenzia immobiliare per un costruttore e richiede specifiche al millimetro

In questi casi siamo di fronte a immobili che non esistono e a cui nessuno potrà dare risposta.

In situazioni come queste il problema emerge subito, durante il primo incontro e siamo noi per primi a spiegare che non abbiamo risposte.

Il nostro lavoro è un altro. TiCercoCasa scova sul mercato proposte che richiedono una ricerca più attenta, sono soluzioni che non dormono impolverate nel portfolio dell’agenzia, ma che richiedono ai nostri agenti di alzare il telefono, scrivere email e uscire per andare di persona a verificare. Richiedono una ricerca attiva. Insomma, immobili che esistono e che stanno aspettando un acquirente, ma che non sono così in bella vista.

Per scovarli abbiamo messo a punto un sistema ed è questo che ci permette di garantire risposte precise.

La tua casa è diversa (e noi la troveremo)

Lo so, lo pensano tutti ed è normale.

Tutti pensiamo di avere un’esigenza particolare, ma la verità è che tutte le case sono particolari a modo loro.

Se stai cercando casa il mio consiglio è semplice: richiedi più informazioni. Non ti aspettiamo in agenzia con un portfolio di immobili che dobbiamo vendere a tutti i costi perché il nostro lavoro è trovare sul mercato la casa che stai cercando compila il form e richiedi un appuntamento.

P.S. Funziona davvero, è senza impegno e ti aiuterà a comprendere come lavoriamo e cosa potremmo fare per te.

Ciao, Stefano

 

 

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Conosci la planimetria della serenità?

Qualche anno fa lessi i dati di un sondaggio realizzato negli Stati Uniti che fotografava il rapporto degli americani con la propria casa. Tra i tanti aspetti analizzati, uno mi rimase impresso: lo stato d’animo che gli americani associavano più frequentemente alla parola casa era la serenità.

Lo ricordo perché pensai che su certe cose siamo tutti uguali e in casa nostra è proprio la serenità che cerchiamo.

Ci ho riflettuto a lungo in questi anni perché ho capito che se fossi riuscito a decifrare meglio quello stato d’animo, il mio lavoro sarebbe diventato più semplice.

In pratica, le persone comprano casa con l’obiettivo finale di sentirsi serene, ma valutano l’acquisto con parametri che poco hanno a che fare con la serenità.

Ora capirai perché non è cosa rara sentire chi si lamenta della nuova casa rimpiangendo la vecchia, nonostante sulla carta il cambio sembrerebbe essere positivo.

Ecco dove sta il problema, “sulla carta”, perché nella tipica descrizione di una casa in vendita trovi molte informazioni tecniche, ma poche informazioni utili per capire se è lì che potrai vivere serenamente con la tua famiglia.

Quando penso a centinaia di immobili catalogati e consultati poi per dimensione, zona e caratteristiche tecniche, non vedo il modo di individuare una casa che regali serenità. Non dico che non possa succedere, ma non serve un esperto per capire che non è nascosta tra quelle specifiche la formula della serenità. Da quella planimetria non capirai mai se è lì che potrai vivere in equilibrio.

TiCercoCasa è il sistema di ricerca di Grandi Agenzie studiato per aiutarti a comprare casa partendo da una comprensione di alcune informazioni che non sono riportate al catasto.

Ecco perché col tempo abbiamo smesso di proporre immobili da portfolio e abbiamo iniziato a cercare sul territorio la casa per i nostri clienti.

Perché parliamoci chiaro, la fuori c’è la casa che vuoi, ma bisogna cercarla – e anche sapere come fare – e questo solitamente non è ciò che piace fare alle agenzie. Osserva il loro lavoro da vicino, vedrai con regolarità il tentativo di rifilarti una delle 100 proposte in portfolio. Ecco spiegato perché poi ti ritrovi a visitare molte case senza trovare quella che ti soddisfa davvero.

E sai qual è il rischio? Il rischio è quello di cedere e accontentarsi con quella che è una delle scelte più importanti nella vita di una persona.

Il problema in Grandi Agenzie lo abbiamo risolto eliminando il portfolio e lavorando dall’inizio per comprendere davvero quelle informazioni che non si trovano nella scheda di un immobile.

Parlo di abitudini, esigenze, paure e necessità quotidiane di chi sta cercando casa. Si basa su questo approccio il nostro sistema di ricerca e funziona in un modo che è facile da comprendere perché a pensarci bene è il modo più naturale per trovare ciò che si desidera.

Partiamo sempre da una comprensione iniziale delle esigenze (cosa cerchi e perché) e solo dopo ci muoviamo con una vera ricerca sul territorio usando le informazioni che ci hai fornito e la nostra competenza. È così che il risultato diventa una conseguenza logica.

Lo spiegano bene i clienti che abbiamo aiutato a trovare casa e che hanno ottenuto oltre alle caratteristiche tecniche che desideravano anche quella sensazione impagabile di serenità.

Contattaci oggi stesso e scopri come potremmo aiutarti a trovare la casa che stai cercando.

Ciao, Stefano

 

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Casa nuova: il colpo di fulmine esiste, ma non è quello che pensi

Ti racconto una storia che ho sentito questo mercoledì, ma avrei potuto sentirla anche un anno fa o dieci anni fa perché certe cose non cambiano mai. Ho sentito quasi per caso questa storia, quindi chi la raccontava non aveva filtri nel parlare del settore immobiliare e non aveva alcun legame con me

Fatto sta che l’ho sentita e così come è arrivata alle mie orecchie te la racconto…

Una giovane coppia alla fine del 2016 decide di comprare casa qui a Parma. Iniziano a guardarsi attorno con passaparola, portali e agenzie e dopo averne viste un po’ – alcune molto diverse tra loro – a Febbraio ne visitano una che li fa innamorare a prima vista.

Come avviene con le persone, anche delle case ci si innamora a prima vista, ma proprio come accade con le persone, a volte si sbaglia.

La loro scelta però non era irrazionale perché per come la descrivevano quella casa aveva buona parte delle caratteristiche che stavano cercando.

C’erano però alcune considerazioni da fare (o almeno io le ho fatte ascoltando la storia):

  • Trovata per caso
  • Scelta di impulso
  • Valutata in poco tempo
  • Analizzata con i pochi parametri che una persona comune ha a disposizione quando si tratta di valutare l’acquisto di una casa

Lo so cosa pensi “conosco persone che hanno comprato casa in questo modo e sono felici ancora oggi della loro scelta”. E io ti dico che conosci persone che sono state fortunate perché in una valutazione di questo genere basarsi su impulso, sensazioni del momento e intuito, porta alla soluzione desiderata solo se ti fai aiutare dalla fortuna.

Purtroppo per loro è mancata la fortuna, per questo a Novembre stavano cercando di vendere una casa acquistata a Febbraio. Nulla di irrimediabile, ma se la scelta iniziale fosse stata fatta seguendo criteri precisi, quella coppia avrebbe dedicato Novembre ai preparativi di Natale e non alla ricerca di una nuova casa e di un acquirente per quella appena acquistata. Non so come la vedi tu, ma io dico che c’è una bella differenza.

L’ho vista molte volte questa situazione e in parte la comprendo, l’idea di una nuova casa ci spinge su binari che escono dal razionale perché come immaginiamo la nostra vita e come la vorremmo non sono riflessioni che riusciamo a fare sempre in modo lucido.

Qualcuno cade negli stessi errori di valutazioni acquistando un vestito o un’automobile, ma la casa è una faccenda un po’ più complicata. Potremmo dire che con la casa non si scherza.

Se ci ripenso oggi – dopo aver sentito la storia della giovane coppia di mercoledì – capisco che tutto il lavoro di Grandi Agenzie ha una finalità che potrebbe essere descritta anche in chiave poetica: lavoriamo per generare un “colpo di fulmine” capace di durare nel tempo.

Infatti il Sistema TiCercoCasa lavora proprio per ricercare sul territorio la casa che vuoi sulla base di informazioni precise. In pratica, prima raccogliamo da te tutte le informazioni per capire cosa cerchi e perché, poi ci attiviamo per ricercare soluzioni compatibili e solo dopo un’attenta verifica ti mostriamo gli immobili compatibili.

È così che evitiamo colpi di fulmine che si spengono in pochi mesi, ma soprattutto a te evitiamo stress e perdite di tempo inutili. Aspetti che fanno parte delle classiche ricerche immobiliari che non partono dalle tue esigenze, ma da quello che è presente nel portfolio dell’agenzia e che deve essere venduto a tutti i costi. 

Capisci la differenza?

Lo so che certe parole sembrano di circostanza e questo perché “le tue esigenze” e “un’attenta verifica” come tante altre belle cose vengono sbandierate sempre più spesso a sproposito. Io la soluzione ce l’avrei ed è anche molto concreta: ci chiami e fissiamo un appuntamento così ti mostriamo nel dettaglio come lavoriamo e che risultati abbiamo ottenuto per i nostri clienti.

Da parte tua non c’è nessun impegno, ma il mio impegno è una garanzia: uscirai da quella chiacchierata con le idee più chiare sull’acquisto della tua nuova casa. Contattaci oggi stesso.

Ciao Stefano,

 

 

 

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

“Provare per credere” non funziona in questo caso

La cosa migliore per comprendere la qualità di un prodotto o di un servizio è provarlo. Non c’è niente di meglio che provare, toccare con mano e sperimentare direttamente.

O almeno, io la vedo così. In alcuni casi però non è mica semplice.

Ad esempio, puoi provare il menù del tuo pranzo di nozze, ma non puoi toccare con mano la professionalità dei camerieri, il tempismo della cucina e la precisione dell’organizzazione finché non arriva il giorno delle nozze. A quel punto sì che capisci come vanno le cose, ma a quel punto è anche tardi per rimediare a qualsiasi tipo di problema.

Ecco, acquistare casa è una cosa simile per certi versi.

Puoi vedere la casa, tornarci una seconda volta e poi una terza se vuoi il parere di amici e parenti, ma solo nel momento in cui aprirai la porta con il tuo mazzo di chiavi, inizierai a capire davvero cosa significhi viverci.

Insomma, la cosa è delicata e sbagliare su questa scelta comporta un costo che va ben oltre il semplice importo economico.

Lo abbiamo perfezionato in 10 anni di compravendite immobiliari

Se te ne parlo è perché tutto il lavoro di Grandi Agenzie negli ultimi 10 anni si è concentrato sullo sviluppo di un metodo che ci permettesse di aiutare davvero le persone a trovare la casa giusta.

Trovare la “casa giusta” però è una cosa molto diversa dal gestire una compravendita.

Mi spiego meglio…

Il fatto che venditore e compratore – assistiti da un’agenzia immobiliare – escano soddisfatti dall’ufficio del notaio, non significa che chi ha acquistato abbia ottenuto ciò che voleva davvero e quel sorriso potrebbe sparire nel giro di pochi mesi.

Non voglio spaventarti, ma esistono una serie di errori di valutazione che accompagnano la scelta della casa ed è proprio partendo da questi errori che abbiamo costruito il metodo TiCercoCasa.

Ecco cosa abbiamo pensato per aiutarti a comprare casa

Il ragionamento è stato semplice: se riusciamo a comprendere davvero le esigenze dei clienti, la nostra ricerca sarà mirata, rapida e la loro soddisfazione reale (durerà anche passata l’euforia della nuova casa).

Tra il dire e il fare però c’è di mezzo un lavoro continuo portato avanti negli anni, un lavoro che ci ha costretto a sviluppare due aspetti del carattere: la tenacia e l’audacia.

Oggi il metodo TiCercoCasa viene compreso facilmente perché l’intervista iniziale, l’analisi di valutazione e i risultati delle nostre ricerche sembrano eventi naturali, ma mettere a punto il sistema in ogni suo passaggio ci ha richiesto tempo.

Questo perché un sistema va testato, perfezionato e verificato sulla base di dati consistenti.

Insomma, serve tenacia per non mollare.

La tenacia da sola però non basta: per proporre un sistema che lavora su dinamiche opposte rispetto a quelle del mercato serve anche audacia. Non so nemmeno io come, ma l’abbiamo trovata e abbiamo deciso di puntare tutto in quella che si è dimostrata essere la direzione giusta.

Oggi TiCercoCasa è il nostro metodo di lavoro, è il modo in cui generiamo un volume di compravendite superiore anno dopo anno, facciamo crescere la nostra rete di franchising, ma soprattutto soddisfiamo l’esigenza principale di ogni cliente: trovare esattamente la casa che stava cercando.

Se stai cercando casa, per te significa meno stress, meno tempo perso e una soddisfazione reale.

Ti stai chiedendo se potremmo davvero trovare la casa che hai in mente? La domanda è corretta, ma per avere la risposta devi chiamarci in agenzia 😉 Ti aspettiamo all’800.173039

Ciao Stefano,

 

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Ti dico cosa farei se dovessi comprare casa oggi

Conosci il gioco dei se?

I bambini lo praticano con regolarità perché a differenza nostra, non hanno perso curiosità e voglia di giocare.

Noi adulti invece lo abbiamo abbandonato e quando capita di ritrovarsi a fare ipotesi bizzarre, amici e colleghi ci riportano con i piedi per terra ricordandoci che “è inutile fare il gioco dei se, le cose sono andate così e basta”.

Dovremmo invece recuperare curiosità e voglia di giocare perché nel gioco – qualsiasi esso sia – si trovano ispirazioni preziose.

Cosa pensano davvero i clienti?

Ti faccio un esempio su una questione che per ogni agente immobiliare è vitale: la capacità di decifrare ciò che pensa il cliente (esigenze, dubbi, priorità ecc).

Attenzione però, non significa leggere nella mente dei clienti, ma avere la giusta sensibilità per comprendere in quale stato d’animo si trovino.

Qui il gioco dei se può aiutare perché solo uscendo mentalmente dal nostro ruolo e vestendo i panni di chi cerca casa abbiamo la possibilità di comprendere.

Cosa farei se oggi dovessi comprare casa e non sapessi nulla del mercato immobiliare?

È un esercizio che faccio spesso e devo dire che mi aiuta.

Bada che non è un esercizio semplice perché mi costringe a dimenticare la realtà in cui sono immerso ogni giorno.

Il risultato non è scientifico, ma ti assicuro che il solo fatto di provarci, mette in moto ragionamenti che altrimenti non ci ritroveremmo mai a fare.

In pratica, se da una parte il metodo che applichiamo in Grandi Agenzie ci offre un binario preciso da seguire, dall’altra la componente umana resta vitale e non dovremmo mai smettere di stimolarla.

Ecco perché il “gioco dei se” mi aiuta…

L’ho fatto anche questa mattina e ho individuato 3 risposte alla domanda: cosa farei se oggi dovessi comprare casa e non sapessi nulla del mercato immobiliare?

  1. Cercherei sicurezze oggettive che posso valutare senza dover apprendere cose nuove e senza dovermi sforzare (da quanti anni opera sul mercato la persona che ho di fronte, quanti agenti lavorano nella sua agenzia, quante compravendite seguono ogni anno ecc).

Lo farei perché a scatola chiusa fattori come la storicità, il numero di persone coinvolte e il volume di lavoro generato rappresentano una verità oggettiva.

  1. Vorrei sentirmi compreso. Pur non avendo proprietà in materia e le idee confuse, vorrei trovare un interlocutore con una forte capacità di ascolto. Qualcuno che non solo abbia seriamente intenzione di ascoltarmi, ma che possieda la sensibilità per decifrare le mie esigenze.

Da cliente so di non aver sempre la capacità di spiegare in modo chiaro quello che cerco, per questo mi serve un interlocutore sensibile

  1. Vorrei sentirmi libero di comunicare nei tempi e nei modi a me più congeniali.

Comunicare per un cliente significa fare domande, esprimere dubbi e chiedere rassicurazioni. Fare tutto questo in modo semplice e senza perdite di tempo oggi è vitale.

Sai cosa me ne faccio di queste risposte? Le utilizzo per verificare se il nostro modo di lavorare soddisfa queste 3 semplici esigenze e se qualcosa non quadra cerco di migliorarla. È così che il metodo che utilizziamo in Grandi Agenzie è cambiato negli anni. E ancora oggi non ho smesso di mettere alla prova il nostro metodo di lavoro.

Anche il sistema TICERCOCASA è frutto di un miglioramento costante nel tempo perché trovare la casa che cerchi al posto tuo richiede che i 3 punti elencati sopra vengano pienamente soddisfatti.

Scopri di più su TICERCOCASA e sui nostri servizi contattandoci direttamente.

Ciao Stefano

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Non ci accontentiamo della prima risposta (e questo per te che cerchi casa è un grande vantaggio)

Se quando ho iniziato a fare l’agente immobiliare mi fossi accontentato della prima risposta, ora non sarei qui.

Avrei fatto meno domande, avrei imparato poco, avrei ottenuto meno successi e non avrei mai messo in dubbio un metodo di lavoro che tutti consideravano indiscutibile.

Quello che ho notato negli anni è che Grandi Agenzie ha avuto la capacità di attrarre collaboratori e clienti a cui piace fare domande e questo credo sia stato uno degli ingredienti principali che ci hanno aiutato a crescere.

Ti spiego meglio cosa intendo.

Oggi il sistema Ti Cerco Casa si basa su un metodo preciso e collaudato.

I nostri agenti lo utilizzano per passare al setaccio il mercato e tornare da te solo con quelle proposte che corrispondono davvero alle tue esigenze.

C’è molta preparazione dietro a quello che sembra un ingranaggio che gira da solo e soprattutto c’è molto impegno perché come potrai immaginare, ogni casa è a sé e ogni famiglia ha necessità uniche.

Un sistema, una struttura di supporto alle spalle e una presenza consolidata sul territorio non porterebbero risultati senza quella sana attitudine di porsi domande.

Porsi le domande giuste per trovare soluzioni migliori

Le domande sono alla base del nostro lavoro: ne facciamo molte a te per capire cosa cerchi, ne facciamo molte ai nostri colleghi per confrontarci e imparare da ogni incarico, ne facciamo molte a noi stessi per accelerare il processo che ci guiderà alla soluzione.

Inoltre, formulare domande e non accontentarsi – quando diventa un’abitudine – porta ad alzare il proprio standard. Così, quello che prima era “accettabile” ora viene messo in discussione e ci si chiede “perché non posso fare meglio?”.

Va detto però che chi sceglie Grandi Agenzie ha a sua volta una predisposizione a fare domande (e a non accettare la prima risposta).

Il perché è facile da comprendere. Se oggi stai cercando casa, la “prima risposta” è quella che trovi in una normale agenzia immobiliare. Entrando e iniziando dopo pochi minuti di convenevoli a visionare gli immobili che hanno in portfolio. Quella è la prima risposta e il mercato lavora così. Funziona se non ti fai domande – e se non ne fai all’agente che hai di fronte. Le domande, la ricerca di soluzioni migliori e una sana curiosità, non sono elementi compatibili con quel modo di lavorare. Le domande non si adattano a un catalogo che ha da offrirti un centinaio di immobili fermi da mesi.

*E bada che la spiegazione è semplice se ci pensi: sono parcheggiati lì da mesi perché nessuno li ha trovati interessanti. Lì in mezzo c’è la casa che stai cercando? Non si sa perché non ti hanno fatto domande.

È questo il modo migliore di trovare casa? Non si sa perché non ti sei posto questa domanda

Ecco, chi arriva in Grandi Agenzie se l’è posta questa domanda e ha capito che qualcosa non quadra. O più semplicemente, ha capito che in quel portfolio non c’era la casa che cercava.

Aspettiamo le tue domande

Ho scritto questa riflessione per dirtelo senza mezzi termini: quando verrai da noi in agenzia ti faremo molte domande. Questo perché è il modo migliore per raccogliere tutte le informazioni necessarie per trovare la casa che stai cercando. Al tempo stesso saremo felici di rispondere alle tue, perché trovare casa è un lavoro delicato, riguarda una delle scelte più importanti della tua vita e nessuna domanda è inopportuna in momenti come questo.

Contattaci direttamente per un primo appuntamento conoscitivo. È senza impegno ed è anche il modo migliore per comprendere come funziona il nostro sistema Ti Cerco Casa.

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Comprare casa: e se poi cambiamo idea?

Ti Cerco Casa è il servizio che abbiamo creato in Grandi Agenzie per aiutare le persone che cercano casa a trovarla senza perdere tempo e con piena soddisfazione.

Essendo un servizio che lavora in modo opposto rispetto alle dinamiche della tipica agenzia immobiliare, desta sempre curiosità quando viene descritto per la prima volta ai nostri clienti.

Quando raccontiamo che non abbiamo un portfolio con centinaia di immobili – ma possiamo muoverci con rapidità e precisione per trovare ciò che stanno cercando – sorgono molte domande.

È naturale perché l’idea che ogni cliente si è fatto su come comprare casa, si basa su quello che ha visto osservando negli anni il lavoro delle agenzie immobiliari. Ma con qualche informazione oggettiva sotto mano le cose cambiano e diventa semplice comprendere i vantaggi di una ricerca mirata.

Ad esempio, il famoso portfolio con centinaia di immobili si ridimensiona quando capiscono che si tratta di centinaia di immobili per un semplice motivo: sono le case che non vuole nessuno.

E non saranno di certo loro i clienti fortunati a trovare in quel mazzo proprio quella che risponde ai loro desideri.

Anche il fatto che i nostri agenti possano muoversi sul territorio trovando esattamente quello che stavano cercando, richiede un approfondimento e senza scendere nel tecnico del nostro lavoro, è chiaro che ogni cliente vuole vederci chiaro e vuole risposte. Ad esempio vuole rispondere a una domanda… “ma come, la fuori ci sono delle case valide, le altre agenzie dormono e voi riuscite a trovarla?”

Tutte le nostre energie alla ricerca della soluzione

Non voglio dirti che sia così, nel nostro settore tutti si danno molto da fare, semplicemente alcuni professionisti investono tutte le loro energie in qualcosa che non funziona più.

Noi investiamo tutte le nostre energie per cercare casa al posto tuo e abbiamo visto che funziona.

Se a questo aggiungi il nostro metodo di lavoro perfezionato negli anni e il fatto che abbiamo le antenne alzate 24 ore al giorno, capirai velocemente perché possiamo garantire certi risultati.

Una volta compreso questo, è più facile dialogare e parlare delle cose importanti ragionando sulla casa che stanno cercando i nostri clienti. Durante l’analisi preliminare sono queste le cose che cerchiamo di capire ed è una sensazione comune quella che da tempo ci sentiamo riportare con frasi di questo tipo “dopo questa chiacchierata abbiamo le idee più chiare sulla casa che vogliamo”.

Succede perché solo quando veniamo messi di fronte a domande specifiche siamo portati a ragionare e a trovare risposte, altrimenti l’idea di una casa nuova rischia di restare un concetto poco definito.

Questo piace sempre di più ai clienti che si sentono rassicurati e che hanno poco tempo da perdere.

C’è sempre una prima volta…

L’altro giorno però mi hanno rivolto una domanda legittima, anche se nuova nel suo genere.

La coppia che si era rivolta a noi per definire le caratteristiche della casa da acquistare, dopo aver ragionato con sicurezza su ogni informazione da noi richiesta, ci ha domandato “e se poi cambiamo idea?”.

Devo dirti che sono abituato a domande di ogni genere, ma non avevo mai pensato che il sistema Ti Cerco Casa potesse suscitare questa interrogativo.

Così ho spremuto quel mix di esperienza e ragionamenti nella mia testa e in effetti mi sono accorto che in alcuni casi anche con Ti Cerco Casa i clienti aggiustano il tiro strada facendo.

Sarei bugiardo a negarlo, anche se è giusto ridimensionare la cosa per quello che è: un piccolo cambio di rotta che non compromette il lavoro impostato.

A Luca ed Elisabetta quando mi hanno posto quella domanda ho risposto che Ti Cerco Casa è un sistema che nasce per mettere le competenze e le risorse dell’agenzia al servizio del cliente (seguimi perché non è un gioco di parole).

In pratica, impostando il lavoro con il vecchio approccio – il portfolio con centinaia di immobili – non si mettono competenze e risorse al servizio del cliente, ma si ha la pretesa che il cliente adegui le sue esigenze al lavoro che abbiamo fatto fino a quel momento.

Ed è qui che nasce il vero problema perché così non è possibile trovare la casa giusta.

Compreso questo, va detto che un ripensamento o una riflessione che prima non si era fatta e che rimette in gioco alcune variabili, fa parte della vita.

Questo in Grandi Agenzie lo sappiamo e lo comprendiamo molto bene.

La tua nuova casa non è uno scherzo

La tua nuova casa non è uno scherzo perché da quella decisione dipende la tua serenità dei prossimi anni. L’ho detto a Luca ed Elisabetta e lo dico anche a te perché è giusto che gli equilibri siano sempre chiari.

Quindi ricordati giusto un paio di cose perché sono quelle che contano davvero se stai cercando di acquistare casa.

Abbiamo sviluppato un processo che in ogni suo passaggio è pensato per trovarti la casa che eliminando sprechi di tempo e brutte sorprese.

Questo sistema – che abbiamo chiamato Ti Cerco Casa – funziona in ogni circostanza e anche di fronte a un tuo eventuale cambio di idea è l’approccio migliore per rimettere in carreggiata le nostre risorse ed arrivare in breve tempo alla tua nuova casa.

Come funziona Ti Cerco Casa e come potrebbe aiutarti concretamente? Chiamaci e fissa un primo appuntamento, non è impegnativo ed è il modo migliore per farti capire come lavoriamo.

Ciao, Stefano.

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

La forza delle tue abitudini (quando vuoi comprare casa)

Le abitudini sono una salvezza in molti casi.

Chi ha l’abitudine di alzarsi presto ad esempio, non lo vive come uno sforzo.                                           È abituato e lo fa in modo naturale, senza pensarci. L’abitudine di arrivare in anticipo agli appuntamenti è un’altra bella cosa.                                                                                                                       Chi l’ha acquisita non deve correre come un matto per rispettare gli orari, lo fa e basta. Potrei continuare a lungo e sicuramente anche tu avrai fatto tue alcune buone abitudini che ti semplificano la vita di tutti i giorni.

Ora però sappiamo bene entrambi che esistono anche abitudini negative. Sono atteggiamenti che ci vengono naturali e che non ci fanno agire nel nostro interesse. Non lo facciamo apposta sia chiaro, ma ci caschiamo ogni volta. Cosa c’entra tutto questo con l’acquisto della tua nuova casa?

Molto. Infatti nella ricerca della casa esistono comportamenti che fanno parte delle nostre abitudini senza un vero perché.

Da agente immobiliare conosco bene l’argomento e anno dopo anno ne ho sempre trovato conferma: chi cerca casa paga il prezzo di una brutta abitudine che non ha mai scelto di avere.

Cosa accade in pratica…Quando arriva il momento di comprare casa, abbiamo alcune idee in testa. Non sono idee precise, ma da sole basterebbero per metterci sulla strada giusta.

Queste idee possono avere a che fare con la zona, le dimensioni o con alcune caratteristiche particolari. Poco importa il dettaglio, la cosa che conta è che abbiamo un’idea in testa e non nasce quasi mai dalla nostra fantasia, ma dalle nostre esigenze reali.

Perché trovare la casa che cerchi non è così semplice?

All’idea di acquistare casa, associamo da sempre una serie di immagini.                                             Tra queste, la vetrina dell’agenzia immobiliare: molte proposte e magari proprio la casa che stai cercando… Ecco, è appena successo.

Senza aver fatto nessun ragionamento particolare abbiamo fatto 1+1 giungendo alla conclusione che proprio lì in mezzo – tra un rustico e un tri – locale di recente ristrutturazione – si nasconda la nostra casa. Ma è davvero così?

Non lo so, ma se ti fidi posso ipotizzare una situazione tipo. Supponiamo di avere a che fare con una buona agenzia immobiliare. In vetrina gli immobili su cui puntano, magari quelli di cui hanno appena preso l’incarico. Una volta entrati in agenzia, oltre a quelle 20 o 30 proposte in vetrina, ce ne sono altre. Quello è il loro portfolio, se lo sono sudato acquisizione dopo acquisizione, per arrivare ad avere 100 o magari 150 immobili.

Non pochi quindi, ma rapportati alla vastità di casistiche possibilità, stiamo parlando di una goccia nel mare. Ora però non fraintendermi perché questo passaggio è davvero delicato e ci tengo a sottolinearlo.

Acquisire immobili da vendere – sebbene non sia l’attività principale di Grandi Agenzie – fa parte del nostro lavoro.Il problema non è quello di acquisire, ma di non avere un vero sistema di ricerca per uscire dall’agenzia ed andare sul mercato a trovare esattamente la casa che vuole il cliente.

Ecco, per dirla come va detta, in mezzo a quelle 150 case la tua non c’è. Non c’è come la vuoi e come l’hai immaginata. Ci sono altre belle case, ma non la tua.

Ma un’agenzia non può avere un portfolio con tutte le case presenti sul mercato…

È proprio per questo motivo che nasce Ti Cerco Casa, il metodo di lavoro proprietario di Grandi Agenzie con cui cerchiamo casa al posto tuo eliminando stress e perdite di tempo inutili, ma soprattutto è un sistema che garantisce una risposta precisa alla tua idea di casa.

In Grandi Agenzie siamo sempre felici di spiegare ai clienti come funziona il nostro metodo di lavoro e in che modo potremmo muoverci alla ricerca dell’immobile che ti interessa.

Come fare per saperne di più? Contattaci oggi stesso per un appuntamento, è la cosa migliore e non è impegnativo.

Ciao Stefano

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Giuro di dire tutta la verità (quello che gli agenti immobiliari non dicono)

In ogni trattativa commerciale – comprare e vendere casa incluse – esiste un elemento che ha il potere di distruggere o di favorire un accordo. Questo elemento non ha a che fare con il prezzo o con le caratteristiche di ciò che si vende, ha a che fare con la relazione che si crea tra le due parti.

In quella relazione risiede il seme della fiducia. E quando in ballo c’è una delle scelte più importanti legate al tuo futuro – la casa – quel seme può fare una grande differenza.

Ecco, se c’è una cosa che ho imparato nei tanti anni di lavoro con Grandi Agenzie, è che la fiducia non cade dal cielo, non può essere pretesa o imposta, ma è la conseguenza naturale di alcune variabili.

La fiducia deve essere coltivata con attenzione

Se hai già avuto l’esperienza di comprare o vendere casa, ricorderai bene quelle che erano all’inizio alcune delle tue resistenze. In sostanza, non ti fidavi e immagino tu abbia “abbassato la guardia” solo quando le cose ti sono state chiare.

Ovviamente questa è una condizione che conosciamo bene perché fare l’agente immobiliare significa guadagnarsi sul campo la fiducia dei clienti e per farlo oltre che di buona volontà ci siamo armati anche di uno studio attento del nostro lavoro.

Ci siamo dovuti mettere in discussione

È così che negli anni abbiamo puntato a migliorare una componente precisa del nostro lavoro, l’obiettivo era quello di rendere tutta la nostra comunicazione trasparente.

Ci siamo accorti che quando il cliente riceveva tutte le informazioni in modo chiaro, la sua disponibilità e la sua apertura nei nostri confronti diventava massima ed era proprio in quelle situazioni che il beneficio era massimo per entrambe le parti. Bingo!

Nessun trucco però, semplicemente dimostrare una totale trasparenza dal primo momento fa capire all’altra persona che si potrà fidare.

Belle parole, ma in pratica come si comunica quando si tratta di comprare e vendere casa?

Per noi di Grandi Agenzie significa:

  • Spiegare in modo chiaro cosa succederà, come e con che tempistiche
  • Essere totalmente chiari su quello che non può essere stimato in modo scientifico
  • Mostrare i propri limiti (quando non siamo sicuri preferiamo non darti certezze)
  • Rispettare la parola data partendo dalle cose semplici
  • Essere fiscali su ogni virgola degli adempimenti burocratici
  • Adattare la nostra comunicazione alle esigenze del cliente

Per te questo si traduce in un controllo totale di ciò che accade e in una tranquillità assoluta durante tutte fasi che ti porteranno a comprare o vendere la tua casa.

Se non avessimo strutturato una rete vendita organizzata e costantemente formata, tutto questo sarebbe delegato alla sensibilità del singolo.

In molti posti succede, per questo ci capita di trovare pareri discordanti su alcune aziende, in quei casi il singolo fa la differenza. Noi non potevamo permetterci che un aspetto così delicato fosse lasciato al caso o una semplice raccomandazione fatta agli agenti.

Solo una formazione precisa e costante, fatta di verifiche continue e di una procedura che è migliorata negli anni ci ha permesso di arrivare dove siamo oggi.

Quando non hai nulla da nascondere essere chiaro è la soluzione

Svolgiamo con impegno e soddisfazione il nostro lavoro ogni giorno, mostrare come lavoriamo e condividere con il cliente il 100% delle informazioni in nostro possesso è stata una conseguenza naturale.

Oggi tutto il processo legato all’acquisizione di un immobile (quando devi vendere casa), ma soprattutto alla ricerca di un immobile (quando devi comprarla e ti rivolgi a noi con il servizio     Ti Cerco Casa segue una procedura dal primo incontro al rogito.

Ovviamente non possiamo prevedere tutto, per questo invitiamo tutti i nostri clienti a chiedere quando qualcosa non è chiaro, perché dalla semplice curiosità fino al dubbio più assillante, tutto deve poter ricevere una risposta.

È davvero così? Mettici alla prova, chiamaci in agenzia per un primo appuntamento e saremo felici di rispondere a tutte le tue domande.

Ciao, Stefano Mulas

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone