vendere casa

Vendere casa: come gestire le visite di un probabile acquirente

Se stai vendendo casa, una delle cose che devi sapere assolutamente è come gestire le visite di un probabile acquirente che viene a visionare casa tua. Nell’articolo ti oggi ti spiego qual è il modo migliore per farlo.


In Grandi Agenzie abbiamo creato una vera e propria guida che consegniamo solo ai nostri clienti; è un vero e proprio manuale con 20 consigli che, messi in pratica, ti permettono di realizzare il massimo dalla vendita di casa tua.

Capisci bene che scrivere tutto in un articolo non è possibile e che il materiale in questione è comunque riservato solo ai nostri clienti. Però oggi voglio darti lo stesso dei consigli molto importanti che ti permetteranno di capire come gestire al meglio le visite al tuo immobile. Quindi, se stai vendendo casa, continua a leggere perché questo articolo potrebbe esserti davvero utile.

Intanto mi presento, mi chiamo Giovanni Salerno, sono un agente di Grande Agenzie e dal 2008 gestisco un ufficio Parma in via D’Azeglio 120. In quest’articolo andrò a spiegarti quali sono le tre fasi principali per presentare al meglio casa tua.

Queste tre fasi sono quelle che io ed i miei colleghi utilizziamo abitualmente, quindi quelle che ti fornirò sono informazioni davvero molto importanti e utili, frutto di tanti anni di esperienza quotidiana sul campo.

Le fasi sono 3 e sono: il prima, il durante e il dopo.

IL PRIMA: questa fase inizia ancora prima di visionare l’immobile sul posto. Infatti, è molto importante fare un primo appuntamento in ufficio; questo serve a conoscere il potenziale acquirente, capire quali sono le sue esigenze e capire se l’immobile si adatta ai suoi bisogni.
In questa fase l’immobile verrà presentato e verrà spiegato nei dettagli, valorizzando le cose positive e adattando le caratteristiche della casa alle esigenze del potenziale acquirente.
In molti sostengono che questa sia la fase in cui si farà veramente la vendita, cioè in cui un acquirente decide se la casa è adatta oppure no ai suoi bisogni, e che la successiva visita è solamente una conferma di quello che un acquirente ha già visto in ufficio.
È ovvio che se vendi privatamente questa fase ti manca perché chi vende privatamente di solito fa direttamente l’appuntamento sull’immobile, senza conoscere il potenziale acquirente e senza conoscere le sue esigenze.

IL DURANTE: la seconda fase è l’appuntamento vero proprio. Durante l’appuntamento sono importanti due cose:
1) la prima è presentare al meglio la casa dal punto di vista visivo, quindi tenerla pulita, arredata, illuminata. Luci accese e finestre aperte, ed il più in ordine possibile. Per questo potrebbero tornarti utili i 20 consigli che abbiamo creato e che consegniamo solo ai nostri clienti.
2) la seconda cosa è presentare al meglio la casa dal punto di vista verbale. Cioè, cosa dire. Ecco, al contrario di quello che molti pensano, cerca di non parlare troppo, di non enfatizzare e di non descrivere la casa in modo banale come dire “questa è la cucina”, “questa è la sala”, “questa è la camera”; lo vedono da sole le persone. Cerca piuttosto di fare in modo che l’acquirente si senta a proprio agio e che veda la casa in piena libertà senza pressioni. Come diciamo in gergo, che possa “farsi il film” di come sarà vivere in quella casa. Quello che cercano gli acquirenti spesso è una casa che li colpisca e che li emozioni, spesso troppe parole rovinano il momento. Al massimo con le tue parole puoi cercare di stimolare il loro film al meglio; il problema è che devi conoscere chi hai di fronte per farlo, e se vendi privatamente 9 volte su 10 non sai cosa sta cercando la persona.

IL DOPO: la terza fase consiste nel “dopo appuntamento”. Se pensi di stringere la mano all’acquirente e dire: “bene ci pensi e mi faccia sapere”, non riuscirai facilmente a concludere una vendita. Dopo l’appuntamento è importante parlare con l’acquirente e capire cosa gli è piaciuto e cosa non gli è piaciuto, per gestire eventuali obiezioni e anche questo, se fai tutto privatamente, è difficile.

Se vuoi ottenere un buon risultato gli agenti di Grandi Agenzie, data la loro preparazione, ti garantiscono sempre un appuntamento ben fatto e, grazie al fatto che seguono l’acquirente dall’inizio alla fine, ti garantiscono il massimo del risultato possibile.

La differenza sta in questo, nel conoscere bene il cliente acquirente.

Lavorare in modo contrario sarebbe come giocare alla slot machine, sperando che la fortuna ci assista e che tra i vari potenziali visitatori vi sia uno interessato.

Se non vuoi affidarti al caso, affidati ad un agente Grandi Agenzie.


Se vuoi approfondire l’argomento, non esitare a contattarmi tramite il form sottostante. Per me sarà un piacere.

Giovanni Salerno

 

Giovanni Salerno – Agente Grandi Agenzie

 

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *