trascrizione dell'accettazione tacita dell'eredità

Vendere casa e la trascrizione dell’accettazione tacita dell’eredità

Molte persone quando si tratta di vendere una casa che è pervenuta per successione, ignorano che per poter stipulare il contratto notarile di compravendita è necessario un atto notarile. chiamato trascrizione dell’ accettazione tacita dell’eredità. Ma cosa è?

Si tratta della trascrizione da parte di un pubblico ufficiale, solitamente il notaio, dell’accettazione tacita dell’eredità ricevuta, all’ interno della quale è compreso anche l’immobile che si vuole vendere.

Questo atto è necessario ogni volta che avviene una successione, ma in realtà si redige tramite un notaio solo nel momento in cui è necessario vendere il primo bene immobile che fa parte della successione.

Ma perché viene richiesto questo atto?

Viene richiesto per dare la cosiddetta “continuità delle trascrizioni”, in quanto se io faccio una visura ipotecaria sul bene immobile in questione, devo vedere che c’è stata una successione e chi ha ricevuto questo immobile in successione.

Cosa che non avviene se chi ha ereditato fa la semplice denuncia di successione, che è fondamentalmente un atto privato che non viene trascritto e quindi non è visibile da persone che facciano visure sull’ immobile. Non è possibile rogitare, cioè vendere un bene immobile con atto notarile, se non viene fatta la trascrizione (anche contestualmente) dell’ accettazione tacita dell’ eredità.

Questo atto ha un costo, solitamente qualche centinaia di euro, ma è un atto obbligatorio senza il quale non si può appunto procedere alla vendita o alla cessione in generale del bene immobile.

Ignorare questo atto comporta arrivare al rogito notarile e non poterlo stipulare! Questo perché non ci sono i documenti necessari predisposti e forniti al notaio per compiere questa trascrizione dell’ accettazione tacita dell’ eredità.

Senza contare che il notaio viene scelto solitamente dalla parte acquirente che deve pagarlo; scoprire solo all’ultimo momento (al momento del rogito notarile appunto) che c’è bisogno di questo atto può diventare uno spiacevole motivo di discussione tra le parti.

Se invece ai proprietari viene spiegato anzitempo che c’è questo atto da fare e viene fornito loro un preventivo dell’ eventuale costo, possono per esempio scegliere un notaio di propria fiducia al quale farlo fare, magari spendendo di meno e in piena libertà.

Inoltre per il venditore è molto importante saperlo prima perché nel fare un conto economico di cosa guadagna dalla compravendita deve inserire anche questo costo.

Per l’acquirente invece è importante sapere da prima che c’è questo atto da fare, non tanto perché il costo sia a suo carico (in quanto in carico al venditore) ma perché non ha sorprese al rogito, senza doverlo rinviare in quanto mancano i documenti per la stipula.

La maggior parte delle volte il venditore arriva dal notaio pronto a ricevere i suoi soldi, e trova invece questa “sorpresina” sicuramente poco piacevole. Deve necessariamente posticipare il rogito, l’ incasso del saldo e di conseguenza anche le operazioni che aveva in mente utilizzando il saldo del rogito incassato.

D’altro canto. è comprensibile che possa capitare questo quando una persona non vende casa tutti i giorni.

Il problema – e questo è incredibile! – è che capita anche quando si è seguiti da agenti immobiliari che, pur sapendo che esiste questo obbligo, non informano le parti anzitempo, perché loro stessi non hanno indagato bene in fase di acquisizione dell’immobile, o in fase di proposta/preliminare, per capire quale fosse l’ effettiva provenienza dell’ immobile (se fosse stato da atto di compravendita o da donazione o, come in questo caso specifico, da successione).

Quindi, per evitare problemi, bisogna anticipare il tutto tramite una serie di controlli che fatti anzitempo sono semplici e a costo zero, ma fatti all’ultimo momento possono generare degli inconvenienti anche pesanti.

Le indagini fatte all’inizio hanno un costo praticamente pari a zero, gli imprevisti scoperti all’ultimo momento hanno un costo notevole, anche in termini di stress.

Per questo è importante avvalersi di una persona che sia specializzata nella compravendita di case, perché sa benissimo come venirne a conoscenza delle informazioni utili prima che si inizi la vendita e prima di organizzare i rogiti. Risolvendo il tutto senza costi.


Se vuoi approfondire l’argomento, non esitare a contattarmi tramite il form sottostante. Per me sarà un piacere.

raddoppiare-il-fatturato-nell'immobiliare Stefano Boscarato – Agente Grandi Agenzie Treviso

 

 

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *